Descrizione del Corso
Elenco Corsi

Ergonometria della panchina

Docente: Vito NICOLETTA
Anno: 01 - Codice: 0108EPA

Descrizione
Il corso di “Ergonometria della panchina” è, in ordine di tempo una delle prime discipline che contribuiscono alla formazione dell’accidioso.
Grazie ad esso l’allievo si abitua, infatti, ad analizzare le tematiche inerenti l’uso e la corretta progettazione dello strumento dell’ozio e, dopo, ad interpretarne i risultati ed a ricercare nell’esperienza la conferma della loro validità.

Il corso prevede una breve parte per lo studio degli aspetti teorici, una parte invece molto più consistente e costituita da esercitazioni con carattere applicativo: semplificazione della teoria, progettuale (esecuzione di elaborati grafici), pratico (visite tecniche di panchine già installate con lunghissime, oziose, prove sperimentali, anche di alcuni giorni).


Il corso si propone di:
  • Formare negli allievi la capacità di analizzare e valutare criticamente quell’opera architettonica che è la panchina rispetto al suo processo di elaborazione e di produzione ed alla sua corretta utilizzazione nelle più svariate condizioni morfologiche, metereologiche e relazionali (vicini di seduta).
  • Informare gli allievi sulla cultura e la tecnologia della produzione dello strumento dell’ozio, soprattutto in Europa, dall’800 ai giorni nostri.
  • Inculcare negli allievi le componenti di natura logica che vedono l’idea di strumento dell’ozio come processo: fase progettuale, fase attuativa, fase fruitiva (!).
  • Formare negli allievi quei concetti fondamentali di razionalità, di funzionalità, ecc., che portino al pieno appagamento degli utilizzatori durante la seduta (aaaaaaaahhhhhhhhhhhhh!).

Propedeuticità suggerite:
  • Teoria della seduta.
  • Statica dei corpi.
  • Tecnica dell’accavallamento delle gambe.
  • Prevenzione e cura delle emorroidi e delle ragade anali.
  • Metereologia e climatologia.
  • La cultura dei revivals, la sua crisi, il suo superamento con l’Art Nouveau.
  • Il protorazionalismo e la nascita dell’urbanistica “funzionalista”.

Testi consigliati:
  • Appunti delle lezioni (due fascicoli).
  • Italo Svevo “Il mio ozio” ed. B.I.T.
  • Seneca “Come vivere a lungo” ed. Newton.
  • Buddha “I quattro pilastri della saggezza” ed. Newton.
  • Gianna Schelotto “Matti per sbaglio” ed. A. Mondadori.
  • Licio Gelli “Come arrivare al successo” ed. APS.
  • Dieter F. Ahrens “Come pianificare la propria vita” ed.De Agostini-F.Angeli.
  • Curzio Attanasio “Complementi di Statica” ed.CUEN.
  • Jacopo Fo “Diventare Dio in 10 mosse” ed. Demetra.


ESAME:

L’esame consta di una prova grafica (venire provvisti di carta da disegno e matita HB), senza valore di ammissione, di un breve colloquio informale e di una lunghissima prova pratica itinerante con colazione al sacco, a carico dell’allievo (durante la quale si terrà, forse, il colloquio informale: va bene anche il silenzio).


MOTTO ACCADEMICO DEL CORSO
“Siediti sulla riva del fiume ed aspetta che passi il cadavere del tuo nemico”.


Materiale didattico
Fisiognomica statica applicata alla panchina
Il parametro poplite-suolo


N.B. - Da questa sezione non è possibile visualizzare il Materiale Didattico ed i Lavori degli studenti. Per poterlo fare bisogna essere iscritti all'Università